Torna alla home...
 

contributi

laboratorio

non toxic zone

artisti

news

links
 
Glossario della stampa d'arte



Collabora con noi

Aggiungi Printshow.it ai tuoi preferiti


 
   
 
 
 
 
26.04.2006 Incontro con l'ideatore del Solarplate Redazione
 

Dan Welden, l'artista statunitense (intervistato nel mese di dicembre da Printshow) ideatore della tecnica detta Solarplate, è in Italia per una serie di incontri e workshop.

Il ciclo di incontri, dal titolo Lighting & Printing/ Incidere con la luce, organizzato da Alessandra Angelini artista e docente presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, e in parte supportato da "Il Foglio" di Ivan Pengo (su Printshow), rappresentano una interessante opportunità per tutti coloro che si occupano di stampa d'arte e incisione e che in questi anni hanno seguito Printshow con particolare interesse per la sezione Non-toxic.

A partire dal 6 maggio allo Spazio Stamperia di Rovio in Svizzera per un primo incontro solo ad invito per poi proseguire a Milano all'Accademia di Belle Arti di Brera e alla Stamperia della Fabbrica del Talento, a Pavia alla Civica Scuola d'Arte AR.VI.MA, con il sostegno del Comune di Pavia, settore Cultura.

L'incontro aperto al pubblico sarà esclusivamente quello di Lunedì 8 maggio 2006 dalle ore 11.00 alle ore 12.30 presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, via Brera 28 a Milano in Aula 10, tutti gli altri workshop non sono infatti aperti al pubblico.

Durante la conferenza all'Accademia di Belle Arti di Brera Welden illustrerà il procedimento di ideazione e di applicazione tecnica per il lavoro su matrici calcografiche polimeriche mediante l'esposizione ad una fonte luminosa.

Dan Welden accompagnerà la descrizione di questa tecnica, da lui ideata nel 1972, con la visualizzazione di alcune sue opere grafiche e illustrerà, attraverso una serie di immagini, le sue frequenti collaborazioni con importanti artisti contemporanei.
Ricordiamo solo alcuni tra questi: Robert Dash, Willem e Elaine de Kooning, Jimmy Ernst, James Brooks, Dan Flavin, Esteban Vicente, William King, Kurt Vonnegut, Alfonso Ossorio, Jane Freilicher, David Salle, Rauschenberg, Eric Fischl, John Alexander, Louisa Chase, Lynda Benglis.

Questo metodo di lavoro rappresenta senz'altro una valida alternativa grafica alle metodologie tradizionali della fotoincisione, non solo, dal punto di vista grafico infatti, questa nuova tecnica oltre ad offrire ottime possibilità di resa dell'immagine permette di ampliare lo spettro grafico-visivo della qualità del segno.
Le lastre polimeriche realizzate con questa tecnica, consentono di evidenziare i diversi valori del segno sia in cavo che in rilievo, unitamente a tutti i valori dell'acquatinta, partendo da un disegno (trasferito o direttamente realizzato su lastra) o da un'immagine fotografica o digitale.

Il procedimento tecnico di incisione con la luce ultravioletta, come già detto in precedenza, è da considerarsi praticamente atossico, idoneo ad essere utilizzato anche in ambienti meno attrezzati.
Di fondamentale importanza rimane comunque la ventilazione dell'ambiente per evitare il ristagno di odori così, come viene consigliato da Welden stesso, e l'uso di guanti protettivi soprattutto per coloro che hanno una pelle ipersensibile.

A ragione possiamo dire che il Solarplate rappresenta un passo avanti in direzione di un modus operandi ecologico; oltre a configurarsi come un'imprescindibile necessità per gli artisti che vogliono lavorare in sicurezza una possibilità operativa ulteriore per tutti coloro che vogliono confrontarsi con sistemi diversi da quelli tradizionali della stampa d'arte.